Logopedia

Per condividere

Facebook
WhatsApp
Email

La parola logopedia deriva dal greco “logos” parola e “paideia” educazione. Il logopedista è dunque lo specialista che si occupa delle problematiche legate al linguaggio umano. Le competenze di questa figura comprendono diversi disturbi, dalle difficoltà di linguaggio alla deglutizione atipica e alle difficoltà di apprendimento. L’attività clinica si rivolge a tutte le fasce d’età, da quella pediatrica a quella geriatrica.

Il Logopedista

Il logopedista è l’operatore sanitario che, in possesso del diploma universitario abilitante, svolge la propria attività nella prevenzione e nel trattamento riabilitativo delle patologie del linguaggio e della comunicazione in età evolutiva, adulta e geriatrica.

L’attività del logopedista e’ rivolta all’educazione e alla rieducazione di tutte le patologie che provocano disturbi della voce, della parola, del linguaggio orale e scritto e degli ostacoli comunicativi.

Se stai cercando un logopedista a Roma Nord, la procedura per prenotare il primo colloquio gratuito è molto semplice. Presso il nostro centro a Mentana avrai a disposizione esperti logopedisti, in grado di analizzare la situazione del bambino e aiutarlo con i necessari esercizi di logopedia.

Hai dei dubbi?

Scopri il nostro metodo. Dal Primo Colloquio Gratuito all'Equipe Multidisciplinare.

Richiedi Subito il PRIMO COLLOQUIO GRATUITO

Cosa fa il logopedista

In riferimento alla diagnosi ed alla prescrizione del neuropsichiatra, nell’ambito delle proprie competenze, il logopedista:

  • elabora, in equipe multidisciplinare, il progetto logopedico volto all’individuazione ed al superamento del bisogno di salute del paziente;
  • pratica autonomamente attività terapeutica per la rieducazione funzionale delle disabilità comunicative e cognitive, utilizzando terapie logopediche di abilitazione e riabilitazione della comunicazione e del linguaggio, verbali e non verbali;
  • propone l’adozione di ausili, ne addestra all’uso e ne verifica l’efficacia;
  • svolge attività di studio, didattica e consulenza professionale, nei servizi sanitari ed in quelli dove si richiedono le sue competenze professionali;
  • verifica le rispondenze della metodologia riabilitativa attuata agli obiettivi di recupero funzionale.

I Trattamenti

  • Disturbi dell’apprendimentoDislessia, Disortografia, Disgrafia, Discalculia;
  • Disturbi del Linguaggio: Ritardi di linguaggio, Disturbi specifici, Disordini fonologici, Dislalie, Balbuzie;
  • Deglutizioni atipiche infantili e disturbi miofunzionali;
  • Sordità (lieve, media, grave e profonda);
  • Disturbi da Deficit di Attenzione/Iperattività;
  • Sindromi genetiche e Ritardo Cognitivo;
  • Disturbi generalizzati dello sviluppo (spettro autistico e disturbi pragmatico-semantico);
  • Disfonie infantili e adulte;
  • Afasie.

Specializzazione dei logopedisti del CMR

  • Diploma di terzo livello LIS (Lingua Italiana dei Segni);
  • Metodo di potenziamento cognitivo Feuernstein;
  • Master in Disturbi del linguaggio e dell’apprendimento;
  • Corso metodo ABA – Applied Behavior Analysis;
  • Partecipazione alla XXI e XXII settimana psicopedagogica “Le basi psicologiche e neuropsicologiche dei disturbi dell’apprendimento” coordinato da Cesare Cornoldi.
  • Partecipazione ai corsi di formazione del Metodo Crispiani con conseguimento dell’attestato per lo svolgimento delle terapie : Le basi del metodo Crispiani, Il cognitive Motor Training e il Personal tutor dsa
  • Tutor DSA
  •  

Il progetto terapeutico

Il progetto terapeutico è pensato come un intervento globale multidisciplinare, con il coinvolgimento dei genitori e degli insegnanti, in modo tale da sostenere il percorso di crescita nei contesti di vita più significativi del bambino e di generalizzare le abilità apprese durante la seduta con il terapista.

All’interno del progetto terapeutico è prevista per i genitori la possibilità di ottenere consulenze (incontri periodici, percorsi di Parent Training) per comprendere meglio le problematiche del proprio figlio e confrontarsi sui migliori approcci educativi da utilizzare e sulle difficoltà riscontrate.

Valutazione

Con una specifica valutazione clinica si evidenziano le aree di maggiore abilità e competenza, accanto a quelle deficitarie, con l’obiettivo di integrare metodiche riabilitative che tengano conto di tutti i processi cognitivi e di apprendimento coinvolti.

Restituzione

  • La valutazione viene restituita ai genitori al fine di discutere i risultati e coinvolgere attivamente la famiglia nella comprensione e nelle scelte terapeutiche e riabilitative.

Terapia

  • La terapia in stanza può prevedere:

    1. Rapporto 1 ad 1
    2. Piccolo gruppo
    3. Coinvolgimento dei genitori che si può sviluppare in periodi (cicli) di incontri settimanali, la cui frequenza viene concordata al momento della stesura del progetto terapeutico e sulla base delle successive verifiche. Non si escludono terapie in piccoli gruppi qualora il progetto terapeutico miri al raggiungimento di specifici obiettivi che non possono prescindere dall’integrazione e dal rapporto con i pari.

Hai dei dubbi?

Scopri il nostro metodo. Dal Primo Colloquio Gratuito all'Equipe Multidisciplinare.

Richiedi Subito il PRIMO COLLOQUIO GRATUITO
0
Ci piacerebbe avere un tuo commento sull'articolo, clicca qui.x
()
x